Luglio 2019: Grandinata Devastante, mai vista prima a Montonero (Video)

Luglio 2019: Grandinata Devastante, mai vista prima a Montonero (Video)

Luglio 2019: Grandinata Devastante, mai vista prima – Ne abbiamo visti di video riguardanti la grandine, fino ad ora.

Ma degli effetti così disastrosi lasciati dai chicchi di grandine nel loro impatto su macchine e abitazioni non ne avevamo mai visti.

Ciò che vi raccontiamo è successo a Montonero (VC) in Piemonte. Il video mostra la conta dei danni dopo la grandinata. (Fonte: Local Team)

Devastante grandinata a Montonero: un paesaggio surreale

Nel video le macchine risultano letteralmente “rottamate“. Non si parla solo di vetri rotti, che per la verità sono esplosi. La loro carrozzeria e fin’anche l’intelaiatura, risulta chiaramente irrecuperabile.

Ammaccature gigantesche. Tavolini crivellati e con dei buchi del diametro di 20 cm, tetti distrutti, tegole frantumate riverse lungo le strade e nei giardini.

Un cane zoppicante attraversa il cortile di una cascina, frastornato a tal punto da sembrare ancora scioccato da quanto successo poche ore prima. Se la scena non fosse così drammaticamente reale, il cane sembrerebbe messo lì da un capace regista cinematografico.

Testimoni parlano di chicchi di grandine grandi come pompelmi piombati in casa nonostante le persiane.

Insomma, un paesaggio surreale, raccontato dai testimoni ancora increduli, i quali descrivono anche il fragore causato dall’impatto dei chicchi di grandine.

Alcuni lo hanno definito un rumore in qualche modo assimilabile a quello di un bombardamento.

Nel leggere quanto stiamo scrivendo a qualcuno potrà sembrare un tantino enfatizzata, la cosa. Ma una volta guardato il video non lo sembrerà più, ve lo garantiamo.

La grandine, quali sono gli elementi che ne determinano la pericolosità

In un nostro articolo su come si misura la grandine con riferimento alla scala Torro, abbiamo anche elencato gli elementi che determinano il potenziale distruttivo della grandine.

Essi sono:

  • Il diametro del chicco di grandine.
  • La durezza del chicco.
  • La Velocità di caduta.
  • L’inclinazione di caduta (più la caduta è perpendicolare più il danno è potenzialmente grave).
  • La forma del chicco.
  • La velocità del vento che influisce sulla velocità di caduta.
  • L’intensità della precipitazione.

I suddetti fattori si possono chiaramente immaginare guardando il seguente video.

Montonero (VC): il giorno dopo il disastro la conta dei danni.Video: Local Team

Gepostet von Centro Meteo Piemonte CMP am Sonntag, 7. Juli 2019
(Fonte: Local Team)

Sempre per ciò che concerne la Scala Torro, come sappiamo, ad ogni grado della scala è associato un nome di un frutto o di una verdura che ne indica la dimensione.

Ebbene l’ultimo grado della scala Torro, il grado H10 è associato alle “Noci di Cocco o simili” e prevede che i chicchi di grandine abbiano un diametro superiore ai 12,5 cm.

Conclusioni

Ebbene, dopo aver visto il video, riteniamo che vi siano tutte le condizioni, per ritenere gli effetti della grandinata ripresa nel video, associabili ad un evento classificabile come H10.